I CONSIGLI DEI LIBERNAUTI,
docenti e amici di ELI in veste di LIBRAI

La Corsara, ritratto di Natalia Ginzburg

di Sandra Petrignani

 

Se vieni in libreria ad acquistare uno dei libri consigliati dai Libernauti, riceverai in regalo 1KG di titoli usati a tua scelta dalla nostra sezione di LIBRI AL KG.

 

La recensione

NAVIGANDO CON LA CORSARA

Una scrittrice, una donna. Una scrittrice e una donna al crocevia della Storia, della Politica e della Cultura italiana tra le due guerre. Un libro che mi ha coinvolto, incantato e, ancora di più, ipnotizzato. 

Sandra Petrignani, in questo racconto che è biografico ma anche un’autobiografia delle proprie letture, affina in modo perfetto la sua forma-scrittura, che consiste nell’entrare con grazia e passione nelle vite delle altre, come ha fatto per La scrittrice abita qui o per Marguerite, dedicato alla Duras, o anche per il da poco rieditato Le signore della scrittura

Ne esce la vita di Natalia Ginzburg, raccontata attraverso dettagli pubblici e privati, ma anche la grandezza e la fragilità di una delle protagoniste della vita culturale italiana del Novecento. Petrignani ci parla di Natalia, di suo marito, Leone Ginzburg, morto di tortura nel carcere di Regina Coeli, di Cesare Pavese, suo amico del cuore, di Italo Calvino, di Elsa Morante e di tanti altri scrittori che hanno illuminato con le loro parole il dopoguerra e la rinascita italiana dopo la liberazione dal nazifascismo.

Tra le pagine che mi sono rimaste nella mente e nel cuore, quelle dedicate al confino in Abruzzo, quando Natalia – a posteriori – parla della felicità vissuta in quel periodo. Una felicità che le appare tale solo dopo la morte del marito.

Sandra Petrignani va a cercare quella casa del confino e la trova. Come trova, con meticoloso interesse, tutte le case abitate dalla Ginzburg, case che le parlano. Consulta gli archivi Einaudi, parla con gli amici della scrittrice, si sofferma sui dettagli densi di significato e ci consegna una prosa felice, intensa, commovente, mai leziosa e mai arbitraria.

Attenzione, immergendomi nella lettura di questo libro, ne ho comprati almeno altri otto che venivano citati. Ma non vi dirò quali… sceglierete voi i vostri.

Recensione a cura di Francesca Gatto

DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI?

inviaci un’e-mail o telefonaci